EPT Malta, l’impresa di Spampinato

Si è conclusa da poco la tappa maltese dell’EPT (European Poker Tournament), di cui vi avevamo parlato non molto tempo fa. Purtroppo non ci sono stati vincitori italiani ai tornei principali, anzi bisogna dire che la maggior parte dei nostri connazionali questa volta non ha fatto una bella figura; l’unica eccezione è stata Giulio Spampinato, un nome che probabilmente sarà sconosciuto anche ai più incalliti appassionati di poker.

 il giocatore di poker Giulio Spampinato

Giulio Spampinato

Spampinato è un trentaquatrenne italiano residente a Malta, che di professione fa lo sport-trader (lo scommettitore professionista). La passione per il poker l’ha sempre avuta, ma non ci si è mai dedicato con attenzione, riservando il gioco di carte ai soli tornei amatoriali. Vista la vicinanza di questo EPT a casa sua, ha pensato bene di iscriversi ad uno degli eventi satellite, e visti i buoni risultati ottenuti si è guadagnato la partecipazione al Main Event. Contro ogni probabilità, e contro campioni di fama maggiore, è stato in grado di avanzare nel torneo, riuscendo a eliminare nomi noti e a portare alta la bandiera. È arrivato al tavolo finale, unico tra gli italiani, con già più di 125.000€ in tasca, e a quel punto gli occhi di tutti gli appassionati si sono rivolti a lui, e non soltanto per un doveroso senso patriottico, ma anche perché la sua storia sembrava quasi una favola: quella del giovane uscito dal nulla che riesce a sconfiggere i giganti.

Alla fine purtroppo il colpaccio non gli è riuscito: si è classificato “soltanto” al quarto posto, con una vincità di poco più di 200.000€, mentre il torneo è stato vinto dall’inglese Niall Farrell. Non si può però certo dire che questo per Spampinato sia stato un risultato deludente, tutt’altro; e magari la sua impresa farà sognare un po’ anche tanti giocatori non professionisti.